CELEBRATIVA — Bugatti presenta la Bugatti Centodieci, remake della supercar EB110 degli anni ’90. La EB110 fu costruita a Campogalliano, in Emilia Romagna dove Romano Artioli aprì la fabbrica in occasione del 109esimo compleanno di Ettore Bugatti, il 15 settembre 1990. L’anno successivo, Artioli presentò al pubblico la supersportiva EB110: EB stava per Ettore Bugatti e 110 ricordava gli anni dalla nascita del mitico fondatore.

MODERNA INTERPRETAZIONE — La nuova Bugatti Centodieci è una moderna interpretazione delle forme, delle idee e della tecnologia che stavano alla base della EB110. All’anteriore si notano subito il radiatore piatto a forma di ferro di cavallo, lo spoiler di nuova concezione e le prese d’aria a 3 sezioni. I fari anteriori, di nuova concezione, sono estremamente sottili e con luci diurne a LED integrate.

Bellissima la presa d’aria laterale con i 5 inserti rotondi a forma di diamante: un rimando a quella della EB110 SS. Guardando il posteriore, ci colpiscono subito i fari a LED a forma di pillola che rimandano alla griglia della EB110. Di grande impatto visivo sono anche sia l’ala posteriore fissa che l’estrattore posteriore che incorpora i 4 terminali, 2+2 sovrapposti.

MOTORE DA 1600 CV — Al posto del motore V12, sotto al vetro posteriore si trova il motore da 8.0 litri W16 erogante la bellezza di 1600 CV (1176 kW) di potenza disponibile a 7.000 giri/minuto. Prestazioni da urlo: lo 0-100 km/h viene chiuso in soli 2,4 secondi (0-200 km/h in 6,1 s, 0-300 km/h in 13,1 s) mentre la velocità massima è elettronicamente limitata a 380 km/h.

Prezzo: fra due anni gli esemplari saranno consegnati ad un prezzo che parte da 8 milioni di Euro più IVA. La produzione si verifica nella sede di Molsheim e purtroppo la vecchia sede italiana di Campogalliano è in rovina ed è un vero peccato. Almeno un museo, potrebbero farcelo lì…

Consumo di benzina, l/100km: urbano 35.2 / extra-urbano 15.2 / combinato 22.5; CO2 emissioni combinate, g/km: 516; classe di efficienza: G.

Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments