Condividi
Alonso a Suzuka, ottobre 2017.

Il direttore sportivo della McLaren, Eric Boullier, temeva fortemente che non sarebbe stato possibile trattenere Fernando Alonso alla McLaren per la stagione 2018 di F1 soprattutto nel momento in cui i rapporti con la Honda erano diventati incandescenti.

Boullier ha raccontato nella quarta parte del documentario ‘Grand Prix Driver’, in streaming adesso su Amazon Prime, la sua paura di perdere lo spagnolo. L’ingegnere francese si confidò con il boss Jonathan Neale sottolineando come non ci fosse ormai più niente da fare per impedire l’addio di Alonso.

Lui dirà ‘sapete una cosa ragazzi? Ciao bello’, lui non resterà, sono sicuro al 100% che lui non rimarrà,” ha detto Boullier.

Dopo questo test (quello invernale, prima dell’inizio della scorsa stagione) ovviamente Fernando è piuttosto incazzato. Lui sta dicendo chiaramente che ‘Io potrei riconsiderare la mia posizione di correre perché non sopravviverò ad un altro anno come questo.

Boullier continua a raccontare i timori di qualche mese fa: “La mia preoccupazione in quel momento era quella di non far collassare la squadra. Conosco anche l’effetto domino, si sa.

Voglio dire, in questo business sappiamo come funziona… quando si è deboli, la gente arriva e pesca chi vuole. Ci vogliono anni per costruire una squadra di F1 ma è possibile distruggerla in 6 mesi.