5
(1)

L’azienda di tuning ABT Sportsline omaggia il suo fabbro-fondatore, Johann Abt, lanciando sul mercato la Audi RS6 ABT Johann Abt Signature Edition. Si prevede una produzione di 64 esemplari, uno per ogni anno di vita del fabbro di Kempten, bisnonno dell’attuale AD Hans-Jürgen Abt. Innanzitutto, riporto due dettagli molto particolari. Il primo è la capsula del tempo che contiene un frammento dell’incudine originale con cui lavorò Johann Abt. Il secondo è l’emblema a forma di striscia retroilluminato recante la numerazione individuale progressiva # xx di 64.

Prestazioni da urlo: il motore

La Audi RS6 ABT Johann Abt Signature Edition scatta da 0 a 100 km/h 2,91 secondi, ossia 0,69 secondi più veloce di una normale RS 6. Inoltre, chiude lo 0 a 200 km/h in soli 9,79 secondi. La velocità massima raggiunge i 330 km/h. Il motore V8 da 3996 cc sprigiona in questo caso 800 CV (589 kW). L’incremento di potenza rispetto alla RS 6 d’origine ammonta a 200 CV (148 kW)! La coppia massima è di 980 Nm con picchi di 1.000 Nm! Per raggiungere questo sostanzioso incremento di prestazioni, entrano in gioco i turbocompressori appositamente sviluppati e l’unità di controllo ABT Engine Control (AEC). Inoltre, un nuovo intercooler maggiorato offre un maggiore flusso d’aria. I tanti cavalli in più hanno richiesto l’adozione di un sistema di raffreddamento dell’olio aggiuntivo.

Le altre modifiche

Gli altri interventi riguardano innanzitutto le sospensioni coilover ABT e gli stabilizzatori sportivi su entrambi gli assi. Si registra una diminuzione della tendenza all’intraversamento e al rollio. Il sofisticato nuovo pacchetto aerodinamico, testato nella galleria del vento, garantisce 150 kg di carico aerodinamico supplementare sull’asse posteriore. Le modifiche sulla carrozzeria prevedono l’adozione della struttura in carbonio Signature Carbon Red, con un filo metallico rosso che attraversa l’intero veicolo. Le prese d’aria, la lama anteriore e il paraurti posteriore sono esclusivi di questo modello speciale. Specifici sono anche i cerchi specifici da 22 pollici con foratura separata delle razze, coprimozzo verticale e firma fresata. Questi cerchi offrono una riduzione del peso di 3,5 kg rispetto a quelli di serie.

L’abitacolo è provvisto del sistema di protezione Halo di ABT, con filigrane distintive, e dei sedili sportivi con rivestimenti cuciti a mano. Le portiere sono rivestite in pelle mentre, oltre al bracciolo centrale estremamente raffinato, segnalo la presenza delle soglie battitacco delle portiere recanti la scritta “Since 1896”. Infine, anche nell’abitacolo si è fatto ampio impiego della fibra di carbonio.

Ti ha gasato questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 5 / 5. Conteggio voti: 1

Ancora nessun voto! Daaai, vota tu per primo!

Precedente articoloAudi RS: 80% della gamma elettrificata entro 2026
Prossimo articoloAlfa Romeo Giulia GTA e GTAm: Prezzo
Sono un Divulgatore ignorante. Ignoro quasi tutto. Scrivere di auto è liberatorio per me. L'automobile è Piacere, Passione, Libertà. Mi piacciono Marche di auto ben precise quali Porsche, Audi, Mercedes, Lamborghini. Aborro l'auto che guiderà da sola. Credo nell'Amore e nella Passione travolgenti.
Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments