Tinta: Ascari Blue

Audi presenta la sua bestiale, sempre più potente e cattiva, Audi R8 2019 che beneficia di un aggiornamento pur mantenendo l’ormai mitico V10 aspirato. Si tratta di una supercar che condivide gran parte del DNA con quello delle vetture che corrono in pista: si pensi che oltre il 50% della componentistica è condivisa con la R8 LMS GT3 ed il 60% con R8 LMS GT4.

Il motore V10 FSI da 5.200 cc con collocazione centrale della Audi R8 2019 è disponibile su due livelli di potenza: il primo passa da 540 a 570 CV (+30 CV) di potenza mentre la coppia cresce di 10 Nm, passando da 540 a 550 Nm, disponibile a 6.500 giri/min. Lo 0-100 km/h viene chiuso in 3,4 secondi (Coupé) e 3,5 secondi (Spyder) mentre la velocità massima è, rispettivamente, di 324 e 322 km/h.

Il secondo livello di potenza può contare su 620 CV (+10 CV rispetto alla precedente versione plus) e 580 Nm (+20 Nm) di coppia massima. La Coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi, la Spyder in 3,2 secondi. La velocità massima si attesta, rispettivamente, a 331 e 329 km/h.

Vi indico alcune delle caratteristiche del V10 che verrà costruito a Győr, in Ungheria: ottimizzazione del sistema di distribuzione, forte di nuove valvole in titanio, radiatore separato, lubrificazione a carter secco con pompe a portata variabile e filtro antiparticolato.

Ulteriori caratteristiche: reparto sospensioni e servoassistenza dello sterzo affinati; aggiunti i programmi “dry”, “wet” e “snow” che influiscono sulla taratura del controllo elettronico di stabilizzazione ESC; impianto frenante più prestazionale; cerchi in lega da 19 pollici.

La R8 aggiornata raggiungerà le concessionarie nel corso del primo trimestre del 2019.

Lascia un commento