Home Formula 1 Alpine F1 Team Alpine F1: l’addio di Prost e il suo malessere

Alpine F1: l’addio di Prost e il suo malessere

Per l'ex pilota di F1 non era più possibile lavorare con Rossi. Intanto Kappa veste la scuderia transalpina.

59
0
Alain Prost, Gulf Air Bahrain Grand Prix 2021. Foto: Alpine.
0
(0)

Alain Prost, ormai non più direttore non esecutivo di Alpine F1 Team, ha spiegato le sue ragioni in un’intervista rilasciata al giornale francese L’Équipe. La notizia circolava sui social qualche giorno fa: il 4 volte campione del mondo di F1 (1985, 1986, 1989 e 1993) ricopriva il suo ruolo all’Alpine (prima Renault) a partire dalla fine del 2015 ossia dal ritorno in F1 del Costruttore francese. Per Prost, semplicemente, non era più possibile lavorare con il nuovo patron della scuderia che, a suo avviso, voleva comandare da solo: “Laurent Rossi voleva tutta la luce”.

Collaborazione con Kappa. Alpine F1 Team ha intanto confermato il nuovo partenariato con Kappa e K-Way, due marchi del gruppo italiano BasicNet. L’accordo, valido per le prossime stagioni, attrezzerà i piloti fuori pista, così come tutte le squadre tecniche e operative.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Dai, vota tu per primo! È gratis 😉

Precedente articoloPorsche Cayenne Platinum Edition 2022: Prezzo
Prossimo articoloVolkswagen, operazione realismo Diess: “Impossibile fare a meno delle endotermiche”
Sono un Divulgatore automobilistico e di F1. Scrivere di auto è liberatorio per me. L'automobile è Piacere, Passione, Libertà. Mi piacciono Marche di auto ben precise quali Porsche, Audi, Mercedes-AMG, Mercedes-Benz, Lamborghini. Aborro l'auto che guiderà da sola. Credo nell'Amore che non ha fine e in certe Passioni travolgenti.