La scuderia Renault F1 ha presentato la monoposto R.S.19 con cui i transalpini sperano di colmare la distanza che li separa dalle prime 3 scuderie di punta (qualche dubbio ce l’ho che riescano effettivamente a colmare la distanza quest’anno).

Livrea nuova ma auto del 2018

Tenete presente che Renault F1 ha presentato la livrea 2019 della R.S.19 ma la monoposto esposta era quella del 2018. Quest’anno i francesi sperano davvero di fare un salto di qualità verso la vetta, considerando il fatto che le infrastrutture (compresa la galleria del vento) e in generale ogni singola area di lavoro è stata migliorata.

Ma una grande novità è rappresentata dal debutto come pilota titolare di Daniel Ricciardo che affiancherà il confermato Nico Hülkenberg.

Insomma Renault F1 spera che il 2019 sarà l’anno della svolta anche grazie alle prestazioni del rinnovato motore di F1 il cui design partiva da quello usato dalla Red Bull a fine 2018 (Spec C). Gli ingegneri hanno lavorato molto dunque sia sul motore a combustione interna (ICE) sia sull’ERS.

Scheda tecnica

Telaio ▸ Monoscocca composito in fibra di carbonio e alluminio a nido d’ape costruito da Renault F1 Team e progettato per una massima resistenza e un peso minimo. Integra il gruppo propulsore Renault E Tech 19 come unità autoportante.

Sospensione anteriore ▸ Triangoli superiori ed inferiori in fibra di carbonio; l’insieme è collegato ad una barra di torsione e ad una coppia di ammortizzatori montati all’interno della parte anteriore della monoscocca. I cerchi sono OZ in magnesio.

Sospensione posteriore ▸ Triangoli superiori ed inferiori in fibra di carbonio che agiscono su molle di torsione e ammortizzatori in posizione orizzontale sopra il cambio tramite un sistema di tiranti.  Cerchi OZ in magnesio.

Cambio ▸ Semi-automatico in carbonio a 8 rapporti + retromarcia. Sistema “Quickshift” per massimizzare il tempo delle cambiate.

Sistema di carburante ▸ Serbatoio in gomma rinforzato in kevlar, concepito da ATL.

Elettronica ▸ Centralina elettronica standard MES-Microsoft.

Frenata ▸ Dischi e pastiglie in carbonio. Pinze Brembo, pompe freno AP Racing.

Abitacolo ▸ Sedile del pilota estraibile in carbonio composito; cinture a sei punti; volante con palette del cambio, frizione e comando del DRS.

Carreggiata ant. e post. ▸ 1600 mm / 1550 mm
Lunghezza ▸ 5480 mm
Altezza ▸ 950 mm
Larghezza ▸ 2000 mm
Peso totale ▸ 743 kg con il pilota, camera e zavorre

Motore ▸ V6 da 1.6 Litri, regime massimo 15.000 giri/min, turbocompresso a iniezione diretta, peso minimo 145 kg, più di 950 kg di potenza.

Potenza MGU-K ▸ 120 kW massimo

Lascia un commento