BESTIALE — La Nissan GT-R NISMO 2020 è l’ultima bestiale ed estrema versione della serie GT-R. Essa è nata per la pista ma pur sempre omologata per l’uso su strada. Un bolide ancora più veloce e performante grazie a nuove modifiche quali l’adozione dei nuovi turbocompressori e di un nuovo controllo del cambio ottimizzato. Inoltre, alcuni componenti sono stati alleggeriti a tutto vantaggio della massa globale senza dimenticare il perfezionamento di ruote, freni e pneumatici.

Il prezzo di listino per l’Italia, chiavi in mano (IVA compresa) parte da 210.800 Euro.

Scarica qui la scheda tecnica della Nissan GT-R NISMO 2020.

MOTORE — Ogni motore VR38DETT è assemblato a mano dall’inizio alla fine e provvisto di nuovi turbocompressori, gli stessi utilizzati nella versione GT3 da corsa. Per quanto concerne le prestazioni, lo scatto da 0 a 100 km/h non è stato rivelato ma, a titolo di paragone, vi ricordo che la precedente GT-R chiude lo 0-97 km/h in 2.5 secondi. Le prestazioni sono più brillanti sebbene la potenza sia rimasta inalterata: 600 CV (441 kW). NISMO conferma un miglioramento evidente nella risposta in accelerazione da 110 km/h e 4.000 giri/min in quarta (modalità manuale). Il sound deciso è dato dal nuovo sistema di scarico in titanio mentre il cambio con modalità R, è un sei marce a doppia frizione, ora migliorato e più aggressivo.

ESTERNI E AERODINAMICA — Le modifiche dell’aerodinamica sono tutte funzionali con conseguente aumento del raffreddamento del vano motore e dei freni, senza pregiudicare il coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,26. Gli ingegneri giapponesi hanno fatto un grande impiego della fibra di carbonio che ha permesso di risparmiare 10,5 kg sul peso totale. Altre migliorie e nuovi componenti hanno portato un’ulteriore riduzione di peso di quasi 20 kg. Il componente con la componente più rilevante di fibra di carbonio è il tetto: questa riduzione comporta un abbassamento del baricentro a tutto vantaggio della manovrabilità e della sensibilità. I nuovi parafanghi anteriori sfoggiano delle feritoie di ventilazione poderose. Di notevole impatto visivo e tecnico è anche l’alettone posteriore mentre le tinte della carrozzeria (Solid Red, Jet Black Pearl, Super Silver Quadcoat e Pearl White Tricoat) comportano gusci degli specchietti neri.

INTERNI — Nell’abitacolo troneggiano i bellissimi sedili Recaro, migliorati e ancora più avvolgenti. Grazie all’integrazione di un telaio interno al guscio in carbonio, la rigidità torsionale dei sedili è aumentata di circa il 20%. Ciascun sedile è anche più leggero di 1,4 kg. L’unica combinazione di colori disponibili è quella in pelle nera NISMO con particolari rossi. Gli inserti sono in eco pelle rossa mentre volante, cruscotto e rifiniture del tetto sono in Alcantara grigio scuro.

TECNICA — Brembo ha realizzato l’impianto frenante ad alte prestazioni. Esso consiste in pinze anteriori a 6 pistoni e posteriori a 4. I dischi carboceramici hanno un diametro di 410 mm all’avantreno e di 390 mm al retrotreno. Inoltre, oltre alle sospensioni ottimizzate, agli esclusivi cerchi in lega RAYS da 20 pollici e ai cerchi Dunlop che aumentano l’aderenza del 7%, mi piace sottolineare la presenza degli ammortizzatori Bilstein DampTronic.

Lascia un commento