Duello Lewis Max in Ungheria / Foto: By courtesy of Pirelli

BINOTTO INSODDISFATTO — Mattia Binotto, team principal della Scuderia, non può essere soddisfatto della prestazione di squadra della Ferrari ieri in Ungheria. La monoposto non aveva il ritmo giusto per lottare contro Mercedes e Red Bull. Dopo l’Ungheria, la Ferrari si conferma terza forza del campionato. Questa è l’analisi fatta da Binotto: “Non possiamo essere soddisfatti del risultato di oggi che è da imputare soprattutto alla mancanza di massimo carico aerodinamico, che al momento ci penalizza e in gara si sente ancora più che in qualifica. Il caldo non ha aiutato e, anzi, ci ha fatto soffrire ancora di più per mancanza di aderenza. Sebastian è stato bravo nel gestire al meglio le gomme nel primo stint e a prolungarlo, il che gli ha permesso di montare la mescola morbida e di andare fino alla bandiera a scacchi.

Bisogna invece capire come mai Charles abbia usurato tanto le sue gomme e correggere per le prossime gare. Quando lo abbiamo fermato le sue posteriori erano molto usurate quindi non c’erano alternative alla sosta. Da una pista sulla quale sapevamo che saremmo stati in difficoltà portiamo comunque a casa gli stessi punti costruttori dei nostri inseguitori. La prossima settimana saremo ancora impegnati ad analizzare i dati e a prepararci per le due gare dopo l’estate. Prima di Spa e Monza però avremo la pausa estiva che serve a tutta la squadra, che in questi mesi ha lavorato veramente tanto.

GRANA RED BULL — La Red Bull continua ad avere una grana, è sotto gli occhi di tutti. Il francese Pierre Gasly continua a non produrre risultati apprezzabili al volante di una vettura capace di vincere come dimostrato già due volte quest’anno. Quando Max Verstappen guida la RB15, la monoposto sembra proprio un’altra. Continuo a pensare che Gasly rischia pesantemente di perdere il posto l’anno prossimo. Max Verstappen intanto rimpiange la possibilità di gareggiare contro Alonso in F1: “Penso che sia stato un po’ un peccato non aver mai avuto un’opportunità di gareggiare contro di lui in F1.”

CHARLES “USURATO” — Leclerc sembrava destinato ad un altro podio in Ungheria ma poi il degrado accelerato delle gomme hanno permesso a Vettel su gomme morbide di superarlo all’ultimo. Il monegasco ha commentato così: “Sapevamo ancora prima di arrivare in Ungheria che questa gara sarebbe stata difficile. L’inizio del primo stint non è stato male ma man mano che la corsa progrediva ho cominciato a faticare con le gomme posteriori e non sono riuscito a tenere il passo dei nostri rivali. Devo cercare di capire come posso migliorare, specialmente per quanto riguarda il ritmo di gara su circuiti nei quali il degrado degli pneumatici è alto. Torneremo in pista dopo la pausa estiva e continueremo a lavorare per migliorare e dare del filo da torcere ai nostri avversari.

HAM PARLA DI ALONSO — Alonso alla Red Bull è uno scenario che a volte ciclicamente ritorna in ballo ma la Honda non gradisce affatto lo spagnolo. Rispondendo ad un tweet dello spagnolo che elogiava le prestazioni sia di Lewis che di Max (vedi sotto), Hamilton ha risposto così: “In primo luogo è fantastico che lui sia di supporto. In realtà mi sono appena riguardato alcune ripartenze, partenze degli anni precedenti guardandolo nel periodo alla Renault e ricordo prima ancora di arrivare in F1 quanto fossero fantastiche le loro partenze. Non so quanto sia vecchio Alonso adesso ma sarà sempre un grande pilota. Se riesce a trovare un buon sedile, è sempre il benvenuto qui nella battaglia con noi.

Lascia un commento