Home Motorsport Formula 1 GP Francia F1: Ferrari porta qualche piccola evoluzione

GP Francia F1: Ferrari porta qualche piccola evoluzione

Il Cavallino spera di confermare lo slancio comunque positivo visto in Canada: ma la pista francese è diversa...

109
0
Leclerc in Canada 2019 - Foto: Ferrari
0
(0)

Mancano veramente poche ore al GP Francia di F1 2019 e la Scuderia Ferrari spera di indirizzare al meglio lo sviluppo della monoposto pur tenendo ben presente che il tracciato francese non si dovrebbe adattare molto alla SF90.

In Francia avremo qualche piccola evoluzione, elementi che rappresentano per noi un passo utile a definire la direzione da percorrere nello sviluppo della monoposto.

La Ferrari dunque porterà qualche piccolo aggiornamento che però non sarà la soluzione di tutti i mali come lo stesso Mattia Binotto:

Dopo il Canada sicuramente abbiamo voglia di tornare in pista e di confrontarci nuovamente coi nostri avversari. In Francia avremo qualche piccola evoluzione, elementi che rappresentano per noi un passo utile a definire la direzione da percorrere nello sviluppo della monoposto. Ciò che porteremo non sarà la soluzione ai nostri problemi, ma il riscontro tecnico di queste evoluzioni sarà importante per i passi successivi. Quella del Paul Ricard è stata già l’anno scorso una pista complicata per noi, sappiamo che come tipologia non è particolarmente favorevole al nostro pacchetto, ma nulla è mai scontato e quindi saremo pronti a fare del nostro meglio.

Charles Leclerc non è entusiasta della conformazione della pista. Il monegasco si è detto fiducioso di poter fare bene: “Devo dire che ha una conformazione piuttosto anonima, con vie di fuga infinite. Questo fa sì che sia facile cercare il limite nelle prove libere perché è piuttosto improbabile finire contro le barriere. Sono contento di tornare a Le Castellet, e sono convinto di poter fare bene.

Anche Seb Vettel è convinto di poter fare bene, riscattando il pessimo risultato del 2018:

Avremo gomme di una mescola più dura rispetto a Montreal e quindi la gara sarà presumibilmente ancora una volta basata su un’unica sosta.

Le condizioni meteo possono essere imprevedibili con temperature altissime ma anche molto vento.

Lo scorso anno la mia gara venne compromessa da un incidente capitato al primo giro, ma credo che la nostra vettura abbia il potenziale per ottenere un buon risultato al Paul Ricard.

FERRARI STATS
GP disputati 977
Stagioni in F1 70
Debutto Monaco 1950 (Alberto Ascari 2°; Raymond Sommer 4°; Luigi Villoresi rit.)
Vittorie 235 (24,05%)
Pole position 221 (22,62%)
Giri più veloci 250 (25,58%)
Podi complessivi 757 (77,48%)

FERRARI STATS GP FRANCIA
GP disputati 58
Debutto 1950 (Peter Whitehead 3°)
Vittorie 17 (29,31%)
Pole position 17 (29,31%)
Giri più veloci 14 (24,13%)
Podi complessivi 49 (84,48%)

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Dai, vota tu per primo! È gratis 😉

Precedente articoloPorsche Cayman GT4 2019: Prezzo | Scheda tecnica | 0-110
Prossimo articoloLamborghini Urus ABT: potenza sale a 710 CV
Un'automobile è libertà, speranza, emancipazione, sogno, bellezza, disperazione, peccato, ricordi, debolezza e forza. Sono il direttore e l'editore del sito. Adoro le auto, se non si fosse ancora capito. Mi affascina anche la chimica nucleare e la psicologia delle persone.