Toro Rosso motorizzata Honda in Australia, 2018. Foto: By courtesy of Pirelli.

I test invernali erano stati davvero piuttosto confortanti per la Honda che quest’anno fornisce la power unit alla Toro Rosso ma l’inizio della stagione 2018 di Formula 1 sta già dipingendo uno scenario ben diverso.

Pierre Gasly era stato costretto al ritiro dopo appena 13 giri per un problema alla power unit: è stato riscontrato un problema alle componenti turbo e MGU-H.

Gasly e Hartley disporranno dunque di un aggiornamento di queste due componenti e questa situazione li avvicina già alle penalità.

Toyoharu Tanabe, direttore tecnico di Honda F1, ha detto: “Rimpiazzare componenti alla seconda gara ovviamente è una decisione difficile e non ideale, dato che il numero di power unit e di componenti ausiliari è adesso limitato a soli 3 per stagione.

Tuttavia crediamo che questa sia la strada giusta e continueremo il nostro sviluppo per garantire che lo stesso problema non si ripresenti.

Il pilota francese rimane ottimista malgrado questi problemi, come dichiarato ad Motorsport.com: “Da parte loro stanno spingendo a fondo perché vogliono dimostrare a tutti di poter realizzare motori giusti. Ed in termini di sviluppo stanno già spingendo a tutta e speriamo di vedere alcuni progressi davvero positivi.

Spero solo che Gasly non sia costretto a chiedere ad Alonso il lacrimatoio… considerando gli stenti e le privazioni vissute dallo spagnolo quando la sua McLaren era motorizzata Honda…

Lascia un commento