La Corvette Stingray 2020 è la prima Corvette ad offrire la nuova configurazione basata sul motore posteriore centrale al posto del tradizionale motore collocato all’anteriore. Scopriamola insieme nel dettaglio.

Prezzo | Il prezzo di listino per l’Italia della Chevrolet Corvette Stingray 2020 non è stato ancora comunicato. Negli USA però, il prezzo partirà da meno di $ 60.000. La produzione scatterà a partire dalla fine del 2019.

Evoluzione necessaria | Il passaggio al motore posteriore si è reso necessario perché con il vecchio layout gli ingegneri americani avevano raggiunto tutti i limiti di prestazione possibili.

Design corsaiolo e aeronautico | Lo stile si ispira ai più moderni caccia (F-22 e F-35) e alle F1. Lo trovo, nel complesso, uno stile ben riuscito, sportivo, cattivo. Si notano subito i paraurti aggressivi, i fari LED, il cofano allungato, la coda corta con i 4 terminali di scarico squadrati e le grandi prese d’aria laterali senza dimenticare l’ala posteriore fissa. Non dimenticate che il pannello del tetto è rimovibile e può essere facilmente riposto nel bagagliaio posteriore. Dodici sono le tinte carrozzeria tra cui 3 debuttanti assolute (Rapid Blue, Zeus Bronze e Accelerate Yellow).

Interni | Si ispirano anch’essi al cockpit avvolgente di un aereo. Si distinguono subito i controlli verticali del climatizzatore, le bocchette dell’aria ultrasottili ed il bellissimo volante squadrato a due razze. Massima è la personalizzazione dell’abitacolo che accoglie rivestimenti in pelle e la possibilità di scegliere tra alluminio e fibra di carbonio per consolle e rivestimenti delle portiere. Tra l’altro, è possibile anche personalizzare anche la tinta delle cinture di sicurezza. Tre sono le varianti dei sedili proposti: GT1, sportivo ma più confortevole, GT2, con un rivestimento in fibra di carbonio ed inserti in pelle Napa, e Competition Sport, praticamente sedili da corsa.

Motore | Trattasi di un V8 aspirato da 6.2 litri erogante 490 CV che però salgono a 495 CV, opzionando il Pacchetto Z51 Performance che include anche uno scarico più sportivo e aperto. In quest’ultimo caso la coppia sale a 637 Nm, disponibile a 5150 giri/min. Il cambio abbinato a questo V8 è un automatico a doppia frizione a 8 rapporti e con paddle al volante. La sportiva scatta da 0 a 96 km/h in meno di 3 secondi.