Home Mercedes-Benz Classe G SUV Classe G 2024

Classe G 2024

Successivamente arriverà il modello completamente elettrico. L'iconico SUV festeggia una storia di successi lunga ormai 45 anni.

24
0
Copyright Foto © Mercedes-Benz
0
(0)

La nuova Classe G 2024 si rinnova, migliorandosi anche grazie all’adozione dei motori elettrificati. Iniziamo l’analisi proprio da questi ultimi. L’offerta di motorizzazioni più ampia di sempre include il 6 cilindri in linea da 3,0 litri a benzina con doppia sovralimentazione della Mercedes-Benz G 500, capace di erogare una potenza massima di 330 kW (449 CV) e una coppia di 560 Nm. Non dimentichiamoci poi che la tecnologia ibrida dell’ISG (generatori di avviamento integrati) genera ulteriori 15 kW (20 CV) di potenza e 200 Nm di coppia per brevi periodi. L’altro motore è il sei cilindri da 3,0 litri diesel della Mercedes-Benz G 450 d. Questo motore eroga 270 kW (+15 kW) / 367 CV (+ 20 CV) di potenza a fronte di una coppia di 750 Nm (+200 Nm). Il motore V8 biturbo AMG da 4,0 litri da 585 CV e 850 Nm è esclusivo della G 63. Ne scriverò in un successivo articolo.

Tecnica. Il cambio associato è l’automatico 9G-TRONIC con convertitore di coppia. Meccanica e centralina idraulica garantiscono cambiate rapide e fluide. Il transfer case, uno dei componenti della trasmissione, trasferisce il 40% della coppia motrice all’asse anteriore ed il 60% a quella posteriore. La trazione integrale permanente garantisce una trazione al top. Tra i vari sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, segnalo i vari Active Brake Assist, Active Lane Keeping Assist, Active Park Assist con PARKTRONIC senza dimenticare quelli opzionali quali il DISTRONIC Active Distance Assist. Altri componenti tecnici di serie sono: le sospensioni con smorzamento adattivo regolabile; il sistema di sterzo elettromeccanico a cremagliera; il DYNAMIC SELECT con i suoi tre programmi di guida aggiuntivi per il fuoristrada; il nuovo COCKPIT OFFROAD e la funzione “cofano trasparente”.

Esterni. L’iconica carrozzeria dalle forme spigolose continua a trasmettere indubbiamente una grande sensazione di robustezza. Tra le novità, evidenzio la nuova griglia del radiatore a quattro lamelle orizzontali invece delle precedenti tre. Oltre ai nuovi paraurti ridisegnati, mi piace sottolineare la variazione della posizione della retrocamera, adesso sopra il portatarga. I cerchi da 18 pollici e aerodinamici nonché i fari a LED sono di serie. Il cliente può personalizzare la carrozzeria, opzionando altri tipi di cerchi fino a 20 pollici o uno dei vari pacchetti (il mio preferito è quello AMG Line).

Interni. Il lussuoso abitacolo vede innanzitutto la conferma del maniglione sul lato del passeggero. Le prese d’aria laterali, ora anche illuminate, ricordano la forma rotonda dei fari. Il centro di controllo off-road ridisegnato accoglie, come da tradizione, gli interruttori per i tre bloccaggi del differenziale. Altre caratteristiche distintive sono: il volante multifunzione in pelle nappa; l’illuminazione ambientale; estesi rivestimenti in pelle. Come sempre, è possibile selezionare uno dei tanti pacchetti a disposizione per personalizzare ulteriormente gli interni. Il sistema MBUX (Mercedes-Benz User Experience) si basa sui due schermi da 31,2 centimetri per il guidatore e per l’infotainment, con comandi a sfioramento. L’integrazione dello smartphone al sistema multimediale MBUX avviene in modalità wireless tramite Android Auto o Apple Car Play. Sono disponibili sia la radio digitale (DAB+) con MBUX sia una porta USB-C. Anche il sistema MBUX Augmented Reality for Navigation fa parte della dotazione di serie. Il livello di comfort può essere innalzato scegliendo diverse opzioni quali i portabicchieri a temperatura controllata, il sistema di ricarica wireless e il sistema MBUX High-End Rear Seat Entertainment. Il sistema KEYLESS-GO non richiede l’inserimento della chiave nel quadro per avviare il motore.

Ti è piaciuto questo articolo?

Giudicalo per primo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Vota tu per primo!