Circuit of the Americas, Austin, Texas, United States of America.

Daniel Ricciardo è un po’ caduto dalle nuvole quando gli è stato chiesto se sapesse che il suo compagno di scuderia, Max Verstappen, disponeva del motore Renault aggiornato nel Gran Premio degli USA di domenica scorsa.

Ricciardo ha detto che non era a conoscenza di questo fatto e di non aver realizzato che l’olandese avrà un vantaggio di prestazione fino a fine stagione.

AGGIORNAMENTO PER POCHI ELETTI — Ad Austin, la Renault ha consegnato una versione aggiornata della sua power unit alle scuderie clienti e non: essa comprende componenti da montare nelle unità del prossimo anno.

Nico Hulkenberg ha avuto il motore aggiornato mentre alla Toro Rosso è stato il debuttante Brendon Hartley a beneficiarne. Alla Red Bull è stato dato a Mad Max.

Sono ovviamente le scuderia a decidere a quale pilota dare la power unit aggiornata. Questo aggiornamento, sulla carta, dovrebbe valere fino a due decimi di secondo al giro.

Se uno dei piloti che non ha beneficiato dell’aggiornamento, avesse bisogno di una nuova unità, allora dovrà obbligatoriamente prenderne una con le vecchie specifiche.

IRONIA RICCIARDO — Alla domanda relativa a quanto fosse grande il suo svantaggio nel correre con il motore vecchio, Ricciardo ha risposto così: “Avevo un motore dalle specifiche diverse? Non avevo idea. Seriamente – non lo sapevo. Chi era il più veloce?”

E ancora: “Oh, e così è per questo che Max ha firmato il suo contratto! Io non avevo letteralmente idea. Forse loro me lo hanno detto e ho scelto di non ascoltare…“.

Infine, il simpatico pilota di origine italiana, ha confermato che molto probabilmente dovrà partire dal fondo dello schieramento in Messico domenica prossima:

Credo che dovrò prendere un’altra penalità e credo che avrò un penalità sulla griglia nelle prossime 3 gare.

Lascia un commento