Home Motorsport Formula 1 F1 Spagna: musata Vettel contro muro Verstappen

F1 Spagna: musata Vettel contro muro Verstappen

Vettel pensa già a Monaco ma la batosta sul groppone rimediata dalla Ferrari calzando le gomme medie mette ansia.

80
0
Vettel ieri a Barcellona. Foto: Ferrari.
0
(0)

MUSATA CHE FA MALE — Vettel aveva cominciato anche bene il Gran Premio di Spagna quando al via ha sverniciato Valtteri Bottas. Poi però si è capito subito che la giornata sarebbe stata parecchio storta per il Cavallino quando Kimi è stato costretto al ritiro.

USURA ACCELERATA — Sebastian è stato costretto ad effettuare una seconda sosta montando ancora una volta le medie che sulla sua macchina si scioglievano come neve al sole. Con queste nuove gomme portate a Barcellona dalla Pirelli, la Ferrari di Vettel è affondata o quasi. E solo la Ferrari di Vettel. L’equilibrio che la Ferrari pareva aver trovato di colpo ieri sembra essersi dissolto.

VERSTAPPEN INAVVICINABILE — È stato sconfortante per i tifosi della Rossa assistere all’incapacità di Vettel di avvicinarsi a Verstappen che aveva l’ala anteriore danneggiata all’estremità e soprattutto gomme medie più vecchie di 7 giri rispetto al tedesco. Questa differenza non si vedeva.

NO UNICA SOSTA — Ma la Ferrari evidentemente non poteva restare in pista con le stesse gomme medie come hanno fatto gli altri. L’analisi di Vettel è presto fatta: “Le gomme non duravano quanto sulle altre vetture, per cui non potevamo seguire la stessa loro strategia. Ci siamo dovuti fermare di nuovo e ovviamente abbiamo perso due posizioni, e anche un po’ di tempo durante il pit-stop. Ma rimanere in pista sarebbe stato impossibile. Abbiamo avuto problemi nel trovare il giusto bilanciamento della macchina e abbiamo faticato con gli pneumatici anteriori. Forse i cambiamenti di questo weekend hanno avuto un impatto più negativo su di noi, rispetto agli altri.

MONACO — Seb pensa subito a Monaco: “Sono contento di tornare a pneumatici “normali” a Monaco, dal momento che sembrava che faticassimo di più rispetto agli altri. Oggi non avevamo il giusto passo, la Mercedes era più veloce di noi e non c’erano molte chances. Abbiamo cercato di fare del nostro meglio, ma qualcosa ci è sfuggito e dobbiamo migliorare. Per tutto il weekend è stato difficile trovare il giusto equilibrio su questi nuovi pneumatici. Ma non vedo ragioni per cui non essere ottimisti riguardo alla prossima gara.

Ti ha gasato questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Daaai, vota tu per primo!

Precedente articoloRichiamo Seat: problema alla chiusura della cintura dietro
Prossimo articoloArrivabene sconfortato: “Niente è andato per il verso giusto”
Sono un Divulgatore principalmente automobilistico. Scrivere di auto è liberatorio per me. L'automobile è Piacere, Passione, Libertà. Mi piacciono Marche di auto ben precise quali Porsche, Audi, Mercedes, Lamborghini. Aborro l'auto che guiderà da sola. Credo nell'Amore che non ha fine e in certe Passioni travolgenti.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments