Bandiera cinese sventola a Shanghai 2019 / Foto: By courtesy of Pirelli

La Formula 1 sta tenendo dei colloqui esplorativi con funzionari governativi di 6 città cinesi con l’obiettivo potenziale di aggiungere un secondo gran premio della Cina dopo quello di Shanghai.

I proprietari americani di Liberty Media hanno questa ambizione che io penso sia alla fine più facile da mettere in pratica rispetto allo scenario americano.

Sean Bratches, capo commerciale della F1, ha detto in un’intervista concessa all’agenzia di stampa AFP, che un circuito cittadino sarebbe ideale:

In termini di interesse, saremmo molto interessati ad un circuito cittadino. Sarebbe un bell’affiancamento alla struttura meravigliosa e appositamente costruita che abbiamo qui. Il nostro intento è portare il nostro spettacolo alla gente.

Ci sono incontri con funzionari governativi per parlare dell’identificazione di una seconda città per ospitare un gran premio.

La F1 ha dimostrato un crescente interesse verso i circuiti cittadini se consideriamo anche l’ingresso in calendario del Gran Premio del Vietnam, atteso per l’anno prossimo, da disputarsi alla periferia di Hanoi.

Come sono lontani i tempi in cui si disputavano due Gran Premi in Italia… penso a Imola e Monza. Altri tempi, il mondo è cambiato (o forse s’è sfasciato??).

Lascia un commento