0
(0)

La Porsche 918 Spyder è una supersportiva costruita dalla Porsche dal 2013 fino al 2015, anno in cui la produzione cessò esattamente dopo 21 mesi. È la prima auto Porsche a trazione ibrida con tecnologia plug-in. Ed è anche una vettura dalla bellezza straripante. È una delle pochissime supersportive che mi provoca la bava di godimento alla bocca.

Prezzo.

Il prezzo di listino da nuova partiva da 778.452 Euro (inclusa l’IVA e con equipaggiamento specifico) per l’Italia. Ci sono alcuni esemplari in vendita online, ciascuno con poco chilometraggio all’attivo, a un prezzo che va oltre il milione di euro.

918 esemplari.

La produzione dello stabilimento Stuttgart-Zuffenhausen si fermò a 918 esemplari esclusivi che già oggi fanno gola ai collezionisti. Porsche presentò il prototipo al Salone di Ginevra nel 2010 mentre nell’estate seguente, il Comitato di Sorveglianza di Porsche dette il via libera allo sviluppo di serie. Il lancio sul mercato avvenne a fine 2013. La trazione combina un motore a combustione ad alte prestazioni con due motori elettrici. I profili di guida si orientano sia verso la massima prestazione sia verso l’efficienza: il cliente attiva una delle 5 modalità di funzionamento, attivandola mediante “interruttore a mappa“.

Ibrida da corsa.

Il legame con l’automobilismo è evidente e dato dal fatto che chi l’ha progettata si occupa anche di vetture da corsa. Il concetto di motore V8 origina dalla vettura da corsa RS Spyder LMP2. Inoltre, molte componenti provengono da produttori nonché fornitori esperti di componenti per vetture Motorsport. Le migliori tecnologie impiegate derivano dalle corse. L’intera struttura portante è realizzata in materiale polimerico rinforzato in fibra di carbonio (CfK). Il peso si contiene a soli 1.640 kg (con pacchetto “Weissach”). Il motore termico da corsa è un 8 cilindri da 4,6 litri che sviluppa 612 CV. Deriva da quello della RS Spyder.

È un motore con lubrificazione a carter secco e dalla struttura più leggera possibile, avendo adottato svariate componenti in materiale polimerico rinforzato in fibra di carbonio. L’ottimizzazione del peso si traduce in un rapporto potenza/litro di circa 132 CV/l. Il V8 lavora in sinergia con i due motori elettrici, uno sull’asse anteriore (da 95 kW) e l’altro sull’asse posteriore (da 115 kW). La trasmissione si affida al cambio a doppia frizione Porsche Doppelkupplung (PDK) a 7 rapporti. La stazione di ricarica rapida Porsche (DC) può ricaricare la batteria agli ioni di litio raffreddata a liquido in soli 25 minuti.
Scarica o consulta la scheda tecnica completa, cliccando qui.

Tecnica e interni.

Il bagaglio tecnico comprende, tra l’altro: sospensioni da corsa, ammortizzatori Porsche Active Suspension Management (PASM), asse posteriore sterzante, Porsche Active Aerodynamic (PAA) e terminali di scarico alti. Per quanto concerne l’abitacolo, il rivoluzionario cruscotto si divide in due zone. La prima comprende gli elementi di comando principali raggruppati intorno al volante multifunzione. La seconda, dedicata all’infointrattenimento si sviluppa nella parte ascendente del tunnel centrale. Attraverso uno schermo multitocco, con tecnologia Black Panel, si gestiscono le funzioni di controllo (climatizzatore automatico, regolazione degli alettoni, illuminazione e il Porsche Communication Management).

Pacchetto “Weissach” (esemplare con livrea bianca nel video).

Per il cliente ancora più esigente, Porsche metteva a disposizione il pacchetto “Weissach”. Esso consiste in alcune modifiche a livello di livrea e di componenti della carrozzeria. Innanzitutto, tetto, alettone posteriore, specchietti retrovisori e cornice del parabrezza sono in carbonio a vista. Nell’abitacolo, alcuni elementi non sono più in pelle ma rivestiti di Alcantara mentre il carbonio a vista sostituisce la maggior parte dell’alluminio. Segnalo, oltre al miglioramento dell’isolamento acustico, la presenza dei cerchi leggeri in magnesio che riducono le masse non sospese, riducendo il peso lordo di ben 35 kg. Infine, la supersportiva vanta aspetti legati all’automobilismo come le cinture a 6 punti, il film di rivestimento al posto della verniciatura e altre componenti aerodinamiche in carbonio a vista.

Ti ha gasato questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Daaai, vota tu per primo!

Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments