Home Grand Prix Arabia Saudita F1 GP Arabia Saudita 2023 Gara: Red Bull intoccabile, Ferrari moscia

F1 GP Arabia Saudita 2023 Gara: Red Bull intoccabile, Ferrari moscia

Red Bull di un'altra categoria: l'Arabia Saudita conferma questo. Alonso perde il podio per un'ulteriore penalità di 10 secondi dopo quella di 5 scontata in gara, a tutto vantaggio di Russell. La Ferrari è la quarta forza del campionato ma la cosa che conta è che lo stato di forma della monoposto è moscio forte.

83
0
Pérez sul podio - Foto BY COURTESY OF PIRELLI
0
(0)

F1 GP Arabia Saudita 2023 Gara. Non c’è trippa per gatti. Anche in Arabia Saudita, la Red Bull si conferma la più veloce monoposto al momento, confermato dalla straripante doppietta di oggiSergio Pérez ha massimizzato al massimo la pole ottenuta ieri, cogliendo una vittoria meritata, senza sbavature. Per lui anche la P2 nel Mondiale Piloti con 43 punti, solamente uno in meno di Max Verstappen, autore di una splendida rimonta (partiva dalla P15) culminata con la seconda posizione. Fernando Alonso aveva portato la sua Aston Martin ancora una volta sul podio dopo il Bahrain ma è stato penalizzato ulteriormente nel post-gara. Questa penalità gli è costata proprio il podio a vantaggio di George Russell.

E dire che Alonso era partito molto bene al via, bruciando il messicano della Red Bull. Purtroppo ha incassato 5 secondi di penalità per essersi mal posizionato sulla sua casella di partenza. Dopo quattro giri però, Checo aveva già superato lo spagnolo perché la superiorità della Red Bull è limpida. I due ferraristi, mai protagonisti, chiudono in P6 e P7 alle spalle di Lewis Hamilton, rispettivamente con Carlos Sainz e Charles Leclerc che non ha nascosto la sua frustrazione via radio. E dire che la Ferrari, sulla carta, doveva comportarsi meglio su questa pista. L’Alpine, con le P8 e P9 del duo Ocon-Gasly porta a casa punticini importanti. Proprio all’ultimo Kevin Magnussen “purga” Yuki Tsunoda, prendendo un utile punto per la Haas. Commuovente la scaramuccia tra i due piloti McLaren che si sono battuti per posizioni miserabili. Gli unici ritirati sono Alex Albon e Lance Stroll. Quest’ultimo ha provocato l’ingresso dell’unica safety car. Ingresso giudicato da alcuni come poco opportuno dal momento che la monoposto si trovava in una posizione sicura dietro le barriere. La direzione ha poi spiegato che ostruiva l’uscita del trattore. Risultato completo del GP d’Arabia Saudita 2023.

Il Mondiale Piloti vede Max al comando con 44 punti, uno in più di Pérez perché l’olandese all’ultimo giro ha segnato il giro più veloce (+1 punto). Alonso conferma la P3 con 27 punti davanti a Russell (21), al ferrarista che non ti aspetti e cioè Sainz (20), Hamilton (20) e via via tutti gli altri. Leclerc occupa la P8 con 6 punti. Nel Mondiale Costruttori la Red Bull è già in orbita al primo posto con 87 punti, avendo doppiato la Mercedes (41) mentre l’Aston Martin con 35 punti precede la Ferrari (26). Le uniche due scuderie a zero punti sono AlphaTauri e McLaren.

Ti è piaciuto questo articolo?

Giudicalo per primo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Vota tu per primo!

Replica

Per favore, inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui.