La Rimac C_Two è un’hypercar elettrica costruita da Rimac automobili: un bolide che può sfoderare numeri da capogiro.

La Rimac C_Two è stata costruita facendo largo impiego della fibra di carbonio (monoscocca, tetto, etc) e dell’alluminio: una scelta inevitabile considerando il peso della vettura (causa batterie), ben 1950 kg.

L’aerodinamica, attiva, è stata molto curata: persino i cerchi in lega forgiati hanno una funzione aerodinamica.

Ma torniamo ai numeri: i cavalli erogati sono ben 1914 (1.408 kW) mentre la “delicatissima” coppia tocca addirittura i 2300 Nm. Come conseguenza facilmente prevedibile, le prestazioni sono sontuose:

lo scatto da 0 a 100 km viene chiuso in soli 1,97 secondi mentre la velocità massima è di 412 km/h. L’accelerazione da 0 a 300 km/h viene ottenuta in 11,8 secondi.

La vettura, lunga 4750 mm, dispone di un sistema di raffreddamento all’altezza della potenza erogata. Anche l’impianto frenante è stato adeguato: monta dei dischi dei freni carboceramici della Brembo da 390 mm di diametro con pinze a 6 pistoncini sia davanti che dietro.

Il costruttore croato garantisce un’autonomia di 650 km, considerando il ciclo NEDC, e sottolinea come l’80% della batteria possa essere ricaricata in meno di 30 minuti.

Nell’abitacolo, svettano tre schermi TFT ad alta definizione. L’intelligenza artificiale si prende cura anche del sistema di sicurezza definito come ‘ADAS’ (advanced driver-assistance system): esso prevede, tra l’altro, il rischio di collisione azionando la frenata d’emergenza e monitora i punti ciechi.

Il monitoraggio di tutto ciò che accade intorno alla vettura viene effettuato grazie a 8 videocamere, un lidar, 6 radar e 12 sensori ad ultrasuoni.

Lascia un commento