DA FEBBRAIO – Esattamente come la sua cuginetta, mi riferisco alla 500 ibrida, anche la Fiat Panda ibrida è una realtà: entrambe saranno disponibili a partire dal mese di febbraio 2020. Finalmente, sottolineo sommessamente, comincia a prendere corpo il percorso di elettrificazione del costruttore torinese.

SERIE SPECIALE – Esattamente come la 500, anche la Panda ibrida al debutto si presenterà nella serie speciale “Launch Edition” dotata della tecnologia Mild Hybrid. E così il nuovo motore 3 cilindri da 1.0 L della famiglia Firefly erogante 70 CV (51 kW) è associato al motore elettrico BSG (Belt integrated Starter Generator) da 12 volt ed una batteria al litio. Fiat comunica che, rispetto al motore Fire 1.2 L da 69 CV, questa nuova motorizzazione offre un abbattimento dei consumi e di emissioni di CO2 in media del 20%. Tenete presente che il sistema BSG garantisce un riavvio silenzioso del motore termico.

BADGE ESCLUSIVO “H” – Questa serie speciale ibrida della Panda innanzitutto si fregia di un badge esclusivo, a forma di “H”, collocato sul montante centrale. Debutta anche la nuova livrea esclusiva “Verde Rugiada”. Anche sul portellone posteriore compare il logo “Hybrid”. Un’altra innovazione consistente riguarda gli interni e nello specifico i sedili rivestiti del filato “Seaqual Yarn”, ottenuto da plastica riciclata di cui 10% di origine marina mentre il 90% è di origine terrestre. Anche la Panda ibrida è ordinabile dallo scorso 10 gennaio ad un prezzo promozionale di 10.900 euro.