Condividi

McLaren ha rivelato sui suoi canali social un’altra immagine del posteriore della sua prossima, estrema supercar.

In precedenza era già stata pubblicata un’altra immagine del posteriore di questa vettura estrema il cui nome in codice è McLaren P15.

La McLaren P15 (vedremo poi se questo nome verrà più o meno confermato per il modello destinato alla produzione) è la prossima vettura Ultimate Series ed è stata sviluppata pensando alla guida in pista.

McLaren ha ammesso che verrà sacrificato l’uso quotidiano nel nome della massimizzazione delle prestazioni.

10 DICEMBRE — Oggi pomeriggio la McLaren ha rivelato anche la data in cui la sua prossima “Belva” verrà svelata: si tratta del prossimo 10 dicembre.

Il debutto ufficiale sarà al Salone di Ginevra del marzo 2018. La rivista britannica Autocar ha capito che il muletto travestito da 675LT che è andato in pista al Nürburgring nelle ultime settimane è, appunto, una McLaren P15, appunto camuffata.

Il muletto presentava delle grandi prese d’aria che sono state progettate per convogliare l’aria sul cofano ed indirizzarla intorno al parabrezza dell’auto. Il muletto ospitava anche una grande ala posteriore fissa dotata di due piloncini montati in posizione centrale.

Stando alle indiscrezioni, l’ala posteriore dovrebbe però servirsi di un sistema similare a quello adottato in Formula 1. Leggi anche DRS (Drag Reduction System) che agevola la riduzione aerodinamica e quindi favorisce i sorpassi (in F1…).

Del resto, la McLaren P1 del 2013 era dotata di un sistema DRS analogo.

MOTORE — Il motore dovrebbe essere a benzina, non ibrido: la base è costituita dal motore turbo V8 da 4.0 L della 720S che accoglierà delle modifiche per portarne la potenza a circa 800 CV.

STRUTTURA — La P15 sarà costruita intorno alla monoscocca Monocage II prodotta dalla stessa McLaren. Gli interni saranno da corsa caratterizzati da sedili che poco concederanno al comfort. La P15 dovrebbe pesare meno di 1.300 kg e quindi molto meno della P1 (1.547 kg).

La produzione dovrebbe essere di 500 esemplari e tutti sarebbero già stati prenotati ad un prezzo di £ 840.000 in Inghilterra.