Charles trionfatore oggi a Monza - Foto: Ferrari

Charles Leclerc ha stravinto il GP Italia di Formula 1 2019, dopo aver conquistato la pole del sabato e dominato largamente anche nelle prove libere.

Valtteri Bottas, secondo a pochi decimi, non ha mai potuto veramente insidiare il monegasco. In precedenza, Leclerc aveva stroncato la resistenza di Lewis Hamilton: tra i due non è mancato nemmeno un vigoroso corpo a corpo ed un taglio di chicane di Charles (unica sbavatura di guida oggi).

Confortante la buona prestazione di squadra della Renault (Ricciardo 4° e Hülkenberg 5°) mentre gli altri piloti finiti a punti sono i vari Albon, Pérez, Verstappen (autore di una bella rimonta), Giovinazzi (bravo) e Norris.

L’attapirato di giornata è stato senza alcun dubbio Sebastian Vettel che è finito in testacoda nei primi giri, pizzicando il cordolo alla Ascari. Il conseguente stop and go da 10 secondi ha piazzato un macigno invalicabile sulla sua corsa.

Partenza: Hamilton insidia Leclerc che si difende. Hülkenberg svernicia Vettel che però si riprende la posizione al secondo giro. Bottas riesce a superare Hamilton ma poi Ham lo risupera. Verstappen intanto rientra al box per sostituire l’ala anteriore.

3/53: Albon svernicia Sainz ma lo spagnolo esce dalla chicane più velocemente e avviene il controsorpasso. Albon finisce anche sull’erba;
4/53: ancora un giro veloce per Leclerc che tenta di tenere Hamilton più lontano di un secondo;
5/53: Ricciardo supera il compagno di scuderia in fondo al rettilineo;
7/53: Vettel cambia muso danneggiato montando gomma bianca. Si è girato alla Ascari e rientrando in pista ha urtato Stroll. Il canadese a sua volta ha costretto Gasly a finire sulla ghiaia (e dire che aveva dato dell’idiota a Vettel…);
10/53: Leclerc tiene ancora dietro le due Mercedes che restano minacciose (prevedibilmente);
12/53: 10 secondi di penalità a Vettel (stop and go) per la manovra pericolosa rientrando in pista dopo il testacoda iniziale;
13/53: Kimi investigato per essere partito con gomma sbagliata. Seb sconta la sua penalità;
15/53: Drive through per Stroll;
18/53: 5 secondi per Albon per essersi avvantaggiato in pista in una maniera non considerata lecita;
20/53: Hamilton cambia gomme e monta le gialle. Intanto arriva lo stop/go per Kimi che la sconta subito;
21/53: Leclerc monta le bianche (hard);
22/53: Leclerc tiene dietro Ham e si mette sulla scia di Hülkenberg, attualmente terzo;
23/53: corpo a corpo tra Leclerc ed Hamilton che va sulla via di fuga;
25/53: Ricciardo, Leclerc e Hamilton in fila;
27/53: Leclerc e Ham si sono liberati di Ricciardo e adesso sono all’inseguimento di Bottas, ancora primo;
28/53: Bottas cambia le gomme, montando le gialle. Anteriore destra non fissata per Sainz che deve accostare subito. Safety car virtuale entra in scena;
31/53: Virtual safety car dopo uscita di pista di Kvyat;
36/53: Leclerc arriva lungo, taglia la chicane alla fine del traguardo e i commissari notano l’episodio. Intanto Bottas sopraggiunge;
42/53: Ham lungo alla fine del rettilineo e Bottas lo infila. Il finlandese si mette alla caccia del monegasco. Bottas ha gomme più fresche di Leclerc di 7 giri e la gomma è diversa;
45/53: Bottas è molto vicino a Leclerc, solo ad un secondo;
49/53: Leclerc vola verso il processo di canonizzazione;
50/53: Hamilton cambia le gomme per ottenere il giro veloce. Charles scoda e Bottas si è avvicinato;
53/53: Leclerc muro vivente, le Mercedes non possono farci nulla. Per il monegasco è un vero trionfo!

Classifiche Mondiali

Hamilton saldamente ancora al comando con 284 punti, davanti a Bottas (221) e Verstappen (185). Leclerc sale in quarta posizione con 182 punti, scavalcando Vettel inchiodato a 169 punti.

Posizione inchiodate nel Mondiale Costruttori, con la Mercedes saldamente al comando con 505 punti, inseguita da lontano dalla Ferrari (351) e dalla Red Bull (266). Quarta forza del campionato è la McLaren con 83.

Lascia un commento