La Ferrari SP3JC è una roadster costruita in un solo esemplare (One-Off) che è stata consegnata al suo fortunato proprietario nonché cliente collezionista che voleva una vettura naturalmente sempre esclusiva ma anche essenziale, senza compromessi.

La base di partenza della Ferrari SP3JC è rappresentata dal telaio e dalla meccanica della F12tdf: la realizzazione complessiva ha richiesto due anni di tempo ed il cliente è stato coinvolto continuamente in tutte le varie fasi della produzione.

Il frontale esibisce una inedita presa d’aria anteriore mentre al posteriore si notano immediatamente le tre feritoie orizzontali che sembrano allargare visivamente il corpo vettura.

La livrea è bella tosta ma non mi fa decisamente impazzire: il colore predominante è quello Bianco Italia che si mescola con l’Azzurro Met del frontale ed il Giallo Modena.

Un’altra peculiarità (eccentrica e direi anche troppo spinta) è rappresentata dalle aperture presenti sul cofano che consentono di ammirare parte del V12 erogante 718 CV. Altri tocchi originali sono l’ala trasversale che unisce le due pinne dietro i roll hoop in fibra di carbonio ed il tappo del serbatoio in alluminio spazzolato.

Infine, i sedili sportivi sono rivestiti in pelle blu, usata anche per la parte bassa della plancia con cuciture a contrasto.

Lascia un commento