Condividi

DILEMMA — Il contratto di Lewis Hamilton con la vincente e potente Mercedes scadrà a fine 2018 ma in questi giorni sta spuntando fuori il dilemma, o presunto tale, del pilota britannico: rimanere oppure no in Formula 1 oltre la scadenza dell’attuale contratto. Insomma, l’opzione di un addio, magari con un quinto titolo mondiale sulle spalle, ad oggi, non sarebbe da scartare.

EQUILIBRIO GIUSTO — “È un po’ come il tempo. Si tratta di trovare l’equilibrio giusto. Attualmente ho ancora un altro anno [di contratto] con la squadra e voglio continuare. Ma sono sul punto di pormi questa domanda,” ha detto Hamilton ad alcuni media selezionati tra cui Autosport.

LA CERTEZZA — Una certezza però, Lewis ce l’ha già: indipendentemente dall’anno in cui mollerà, la F1 gli mancherà: “Non si può ritornare in F1. Sia che sarà fra un anno, sia che sarà fra 5 anni da adesso, qualunque cosa accadrà, mi mancherà la F1 quando avrò terminato.

MANCANZE — “C’è una maniera per dire di rimanere più a lungo possibile – non sono esattamente sicuro al riguardo ma c’è un sacco di vita al di là di essa. Ci sono cose che mi sono mancate nella vita.

Hamilton approfondisce: “Stavo parlando con il mio miglior amico l’altro giorno di cose che invidio o che non vedo l’ora di fare, come vivere in un solo posto, avere una routine, quella è la mia palestra, ho una serata di gioco con i miei amici qui, la mia famiglia. Ogni anno rimango in F1, rimando queste cose. Ma dai 40 [anni] in poi ci sarà molto tempo per questo.

RIFLESSIONE PROFONDA — “Mia zia è morta di cancro e l’ultimo giorno di vita ha detto, ‘Ho lavorato una vita intera con in mente l’idea di fermarmi un giorno e fare tutte queste diverse cose e poi non ho avuto più tempo.’, quindi sto combattendo con questo nella mia mente.

Quindi vivo la mia vita giorno per giorno cercando di vivere al massimo. Voglio continuare a correre ma ci sono altre cose che voglio fare. Voglio solo assicurarmi di scegliere il momento giusto, ma penso che ci riuscirò.

Sinceramente mi dispiacerebbe che la F1 perdesse a fine 2018 un campione come Hamilton. Mi sarebbe piaciuto vederlo alla Ferrari ma questo scenario è irrealizzabile perché qualora Ham dovesse restare oltre il 2018 lo farebbe con i colori Mercedes. Ovviamente.