La potentissima e cattivissima Audi RS6 Avant 2020 giunge alla quarta generazione, portando in dote con sé un bagagliaio pieno zeppo di tanta tecnologia, un’estetica da urlo ed un motore spaziale. Conosciamola meglio insieme.

Estetica bestiale

Innanzitutto, dico subito che la carrozzeria della nuova Audi RS6 Avant 2020 si avvale di componenti specifiche RS tranne le portiere anteriori, tetto e portellone. Il frontale può contare sul cofano con powerdome inedito, gruppi ottici bellissimi derivati dalla A7 Sportback coupé con indicatori di direzione dinamici e su una griglia single frame maggiorata con griglia a nido d’ape in nero lucido. Il nuovo paraurti ospita imponenti prese d’aria.

La vista laterale esalta subito le minigonne ed i passaruota estremamente pronunciati, i montanti posteriori dal ridotto sviluppo verticale. I cerchi in lega di serie sono da 21 pollici ma a richiesta ci sono quelli da 22″. Al posteriore si notano subito lo spoiler al tetto, il paraurti specifico sportivo con quella cornice forse eccessiva ed i due terminali di scarico ovali cromati. Tredici sono le tinte carrozzeria e svariati i pacchetti con cui personalizzare gli esterni.

Motore e cavalli

Il motore montato sotto il cofano della nuova Audi RS 6 Avant è il V8 4.0 Litri TFSI erogante 600 CV di potenza e 800 Nm di coppia, disponibile tra 2.050 a 4.500 giri/min. La potente station wagon scatta da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi che diventano 12 per raggiungere i 200 km/h. La velocità massima è di 250 km/h, limitata elettronicamente, che possono salire a 280 e 305 km/h, opzionando i pacchetti Dynamic e Dynamic Plus.

Tecnica

Il V8 biturbo è dotato del sistema mild-hybrid che consente, nelle fasi di decelerazione, di recuperare fino a 12 kW di potenza. La sportiva è anche in grado di “veleggiare” a motore spento per un massimo di 40 secondi. Nella guida quotidiana, questa tecnologia riduce i consumi fino a 0,8 litri ogni 100 km. Il contenimento dei consumi è dato anche dalla tecnologia COD (Cylinder on Demand) che disattiva i cilindri 2, 3, 5 e 8 ai carichi medi e ridotti. A mio avviso è ineludibile l’acquisto dell’impianto di scarico sportivo RS con terminali neri. La trasmissione è tiptronic a 8 rapporti con convertitore di coppia. La sportiva dispone di serie del differenziale centrale autobloccante, delle sospensioni pneumatiche adattive, dello sterzo progressivo. Sono oltre 30 i sistemi di assistenza alla guida disponibili.

Interni

L’abitacolo, dalle linee pulite, vede la presenza dei due schermi touch facenti parte del sistema MMI touch response mentre non poteva mancare l’Audi Virtual Cockpit con indicatori specifici. Fanno parte delle dotazioni: il bel volante sportivo in pelle traforata e appiattito nella parte inferiore, i sedili sportivi rivestiti di pelle Nappa e Alcantara, i battitacco anteriori retroilluminati. Lista optional infinita, personalizzazione massima. Lo spazio a bordo non manca, considerando la capacità di 565/1.680 litri. Portellone e cappelliera sono ad azionamento elettrico.

Lascia un commento