PHEV — Nello scorso dicembre, Audi ha presentato la Audi Q7 benzina provvista del motore V6 3.0 TFSI abbinato al motore elettrico. Come qualsiasi altro modello ibrido plug-in Audi, anche questo Q7 PHEV fa affidamento sul motore termico. Qui, il V6 3.0 TFSI (turbo a iniezione diretta con filtro antiparticolato erogante 340 CV e 450 Nm di coppia) lavora insieme a quello elettrico sincrono a magneti permanenti dotato di una potenza di picco da 128 CV e 350 Nm di coppia. Esso è integrato nella trasmissione tiptronic a 8 rapporti con convertitore di coppia in abbinamento all’immancabile trazione integrale permanente quattro. Il differenziale centrale autobloccante ripartisce la coppia secondo il rapporto 40:60 tra avantreno e retrotreno.

DUE LIVELLI DI POTENZA, PRESTAZIONI — Due sono i livelli di potenza offerti: il powertrain da 456 CV e 700 Nm di coppia della Q7 60 TFSI e quattro e quello da 381 CV e 600 Nm della Q7 55 TFSI e quattro. La prima versione scatta da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi e può raggiungere i 240 km/h di velocità massima limitata elettronicamente (135 km/h in modalità puramente elettrica). Leggermente più lenta è la seconda (+ 0,2 decimi). La velocità massima è la stessa mentre in modalità elettrica possono percorrere fino a 43 km. Questi modelli possono beneficiare della parziale o totale esenzione del bollo auto. Inoltre, possono evitare l’ecotassa, accedere liberamente alle ZTL e sostare sui parcheggi blu a seconda delle città.

INTERNI, ESTERNI — Il SUV fa affidamento sugli esterni s line, di serie, con verniciatura integrale in tinta carrozzeria che incattivisce l’insieme. Altre caratteristiche: pacchetto look nero, fari a LED Audi Matrix, cerchi da 20 con pinze rosse e sospensioni pneumatiche adattive. Il pacchetto S line per interni include i sedili sportivi anteriori, cielo dell’abitacolo in tessuto nero e inserti in alluminio spazzolato opaco. Una chicca: aprendo le portiere, le luci d’accesso proiettano sul suolo il logo dei 4 anelli.

RICARICA — Il bocchettone per la presa di ricarica si trova vicino al passaruota posteriore sinistro, all’opposto rispetto al bocchettone carburante. Grazie al servizio e-tron Charging Service, il cliente potrà accedere ad una vasta rete di colonnine pubbliche (oltre 120.000) in 21 Paesi europei. Inoltre, attraverso l’app myAudi, si potrà controllare da remoto lo stato della batteria e l’autonomia e non solo. Sarà possibile infatti anche avviare il processo di ricarica o gestire la preclimatizzazione del volante, del sedile o del parabrezza.

TANTA TECNOLOGIA — Di base, il Q7 plug-in si avvia in modalità elettrica fino a che il conducente non prema con decisione il pedale. Fino ad una velocità di 20 km/h, in modalità elettrica, il Q7 avverte ciclisti e pedoni mediante un suono emesso da un altoparlante “annegato” nel passaruota destro. A disposizione del conducente ci sono 3 programmi di marcia, a seconda che egli voglia privilegiare la trazione elettrica (“EV”), quella ibrida automatica “Auto” o il risparmio di energia “Hold”. Il SUV è provvisto anche del predictive efficiency assistant che massimizza l’efficienza della vettura e del sistema di recupero dell’energia che ottiene fino a 80 kW in frenata! Mi piace segnalarvi anche la presenza del noto Audi drive select attraverso il quale il conducente può selezionare una delle 7 modalità di guida disponibili. In base alla scelta fatta, si modificano alcuni parametri quali erogazione, sospensioni pneumatiche e sterzo.