20 ANNI
Si è chiusa oggi la due giorni della manifestazione Arezzo Classic Motors 2018 che ha accolto nei padiglioni svariati esemplari di auto e moto d’epoca ma non solo. Il padiglione 7, ad esempio, era dedicato al modellismo ferroviario in cui gli appassionati hanno potuto ammirare due plastici molto grandi, di 50 e 24 metri (una locomotiva a vapore d’epoca del plastico più piccolo presentava persino il fumo in uscita dal camino). Tra i vari oggetti esposti ho visto anche un vaporetto di Venezia dei giorni nostri (in scala anche questo, ovviamente). Tanto spazio ad Arezzo Classic Motors 2018 è stato dedicato anche all’acquisto di pezzi di ricambio di auto e moto difficilmente reperibili altrove.

LA HURACÀN DELLA POLIZIA
Tornando alle auto, il piatto forte era rappresentato senza alcun dubbio dalla Lamborghini Huracàn in dotazione alla Polizia Stradale di Roma. La vettura ha una sua gemella operante a Bologna: entrambe sono impiegate per il soccorso ed il trasporto urgente di sangue ed organi. Nell’area della Polizia di Stato erano presenti altre due auto facenti parte del Museo delle Auto Storiche della Polizia di Stato di Roma.

Tra le altre vetture segnalo alcune Porsche (una bellissima Carrera 4S nera, una 718 in tinta arancione lava, una 550 del 1956 etc), una Fiat 1100 S Berlinetta, alcuni modelli storici Abarth, esposti questi ultimi dal Registro Fiat Italiano, alcune Alfa Romeo e Lancia.

Infine, un piccolo spazio è stato dedicato alla mitica corsa 1000 Miglia che il prossimo 17 maggio passerà sia da Cortona che da Arezzo dove gli equipaggi sosteranno per la pausa pranzo.

CONCLUSIONE
Ho visto con piacere una manifestazione viva e pulsante capace di attrarre migliaia di appassionati in due giorni. Naturalmente siamo ancora lontani dai numeri espressi (oggi) da una manifestazione come quella organizzata a Padova ma l’offerta dei due eventi non è nemmeno coincidente e quindi il paragone non andrebbe nemmeno pensato.

Lascia un commento