TECNOLOGIA IBRIDA
Un capo dell’Alfa Romeo ha confermato ad Auto Express la volontà del Costruttore italiano di costruire un altro SUV, più grande dello Stelvio, che possa rivaleggiare, ad esempio, con l’Audi Q7. E questo SUV sarà elettrificato.

STESSA ARCHITETTURA DELLO STELVIO
La piattaforma sarà la stessa dello Stelvio: lo sviluppo di questo nuovo SUV è già in corso. Sarà il più grande veicolo finora mai costruito da Alfa Romeo e per contenere i livelli di emissioni verrà impiegata una motorizzazione ibrida (mild hybrid) che dovrebbe sviluppare anche fino a 400 CV.

Lo Stelvio è sicuramente un esempio di DNA Alfa, perché non lo trasferiamo in un’auto che è un po’ più grande?,” ha commentato Roberto Fedeli, Chief technical officer di Alfa Romeo.

L’ELETTRIFICAZIONE
Dobbiamo sposare la nuova macchina con il giusto livello di elettrificazione. L’ibrido plug-in potrebbe rappresentare un problema dal punto di vista del DNA Alfa ma per esempio, una soluzione mild hybrid a 48 volt è un qualcosa che possiamo fare senza perdere nulla,” ha aggiunto Fedeli.

200 KG IN PIÙ
Alfa vuole puntare su di un SUV più grande per due motivi: il primo è l’appeal globale del Marchio (leggi anche la maggior parte dei grandi SUV verranno venduti negli USA, in CIna, etc), il secondo è rappresentato dall’aspetto economico legato ai maggiori margini di guadagno. Per quanto concerne il peso, il nuovo grande SUV guadagnerebbe circa 200 kg a causa del passo allungato e di un corpo vettura più grande. L’aumento del peso con tutte le conseguenze che esso comporta, potrebbe essere compensato dall’introduzione di un sistema e-turbo grazie all’adozione di un propulsore mild hybrid.

ALMENO DUE ANNI PRIMA DEL LANCIO
Sono abbastanza contento del risultato che abbiamo ottenuto abbinando un 4 cilindri ad un e-turbo a 48 volt. Penso che la prossima volta possiamo usarlo in produzione. Con un motore turbo da due litri si possono raggiungere dai 350 ai 400 CV. Stiamo provando al simulatore una vettura come questa, ci stiamo lavorando sopra, ed il risultato non è così cattivo,” ha concluso Fedeli.

La potenza complessiva in ogni caso sarà piuttosto lontana dai 510 CV erogati dal motore 2.9 V6 Bi-Turbo dello Stelvio Quadrifoglio. Bisognerà aspettare almeno due anni prima di vederlo sul mercato. È probabile che verrà offerto anche in configurazione a 7 posti per rispondere all’Audi Q7 e alla Volvo XC90.

Lascia un commento