Condividi
GP GIAPPONE F1/2017

La Ferrari doveva assolutamente fare qualcosa per mettere una toppa alle oscenità pecorecce viste negli ultimi Gran Premi a causa della mancata affidabilità.

Ed il controllo della qualità sulla componentistica è stato forse un po’ sottovalutato come lo stesso Presidente Marchionne ha riconosciuto poche ore fa:

Il problema è noto, bisogna gestirlo, credo che dobbiamo rinnovare l’impegno per quanto riguarda la qualità della componentistica che sta arrivando in F1.

Ultimo episodio in ordine di tempo è quello della mefistofelica candela che ha messo ko la Gina di Seb Vettel nel recentissimo Gran Premio del Giappone che ha lanciato Lewis Hamilton in orbita verso il quarto titolo mondiale.

Quindi, la Ferrari, secondo il britannico Autosport, ha ingaggiato Maria Mendoza per riorganizzare il dipartimento del controllo qualità.

La Mendoza in precedenza ha ricoperto il ruolo di capo del controllo qualità del dipartimento powertrain di Fiat Chrysler Automobiles. Si è laureata all’università di Saragozza e dal 2012 fa parte del Gruppo Fiat.